X
Menu
X

Digital Journey: Quale Approccio? Parte 3

Digital Journey: Quale Approccio? Parte 3

3. DIGITAL JOURNEY – QUALE APPROCCIO PER INTRAPRENDERE IL VIAGGIO DIGITALE – Parte 3

La terza regola è Creare valore dalle informazioni.

Le aziende evolute che riescono ad integrare ed a raccogliere i dati dalle varie piattaforme digitali, siano esse interne che esterne all’azienda, riuscendo poi ad interpretarle, si distinguono dalle restanti (che non avviano suddetta analisi) poichè palesano un aumento dei ricavi che supera il 10%.

Inoltre, dette aziende leader sono già predisposte per cogliere qualsiasi nuova opportunità digitale, in termini di velocità di adozione di nuove tecnologie, nonché di porsi costantemente delle sfide innovative, grazie anche ad un maggiore livello di maturità interno verso le tecnologie digitali. Ad esempio, il servizio che offre la Verizon’s Precision Market Insights è quello di poter accedere a banche dati, dove sono registrati in forma anonima abitudini di spesa, di viaggio, di navigazione di siti mobile su un campione di dati estratto dai circa 90 milioni di utenti di reti wireless. Una compagnia di crociera ha analizzato con strumenti avanzati dette banche dati ed ha costruito dei segmenti di clienti (cluster) su cui ha impostato una strategia specifica di offerta e di vendita sulla base della profilazione della clientela effettuata.

Infine, la quarta ed ultima regola è “Posiziona il tuo Business in un ampio ecosistema”.  Cosa significa? Significa che siamo costretti ad interagire con vari soggetti, dai clienti ai fornitori, alle istituzioni etc. etc. Generalmente, la collaborazione tra attori in un sistema ampio può creare un circuito virtuoso in una logica win-win e generare opportunità per soddisfare i bisogni dei clienti. Ad esempio, le aziende private leader collaborando con università, incubatori e start up possono accedere a risorse preziose ed a talenti, che non sarebbe stato possibile ricercare e fruire in modalità così sinergica e fattiva.

Riassumendo, i leader dell’era digitale sono completamente differenti dai leader del passato. I nuovi leader approcciano il mercato in continuo cambiamento con una strategia prototipale ed imparano dalle esperienze. Cercano di sconvolgere il loro business digitalizzandolo e ripensandolo nei fattori chiave, prima che lo faccia la concorrenza. Traggono il massimo del valore dai dati raccolti in forma di big data, cercando di padroneggiare e di dare risposte ai fenomeni in atto.

Questa costante ricerca di innovazione digitale e continua adattabilità ai fenomeni comporta inevitabilmente dei rischi, ma i rischi connessi all’inerzia di innovazione digitale possono essere ben più pericolosi dello sconvolgimento dei processi di business. Come nella Teoria di Darwin, la mancata evoluzione digitale può comportare non solo una significativa flessione nei ricavi ma addirittura l’estinzione delle aziende riluttanti al cambiamento.

 

Clicca qui se desideri leggere gli articoli precedenti:

http://www.blueit.it/digital-journey-quale-approccio-parte-2/

http://www.blueit.it/digital-journey-quale-approccio-1/

http://www.blueit.it/digital-journey-strategia-aziendale/

http://www.blueit.it/digital-journey-contesto-parte-2/

http://www.blueit.it/digital-journey-contesto-parte-1/

http://www.blueit.it/digital-journey-intro/

 

Per approfondimenti :

BCG – Boston Consulting Group

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *