X
Menu
X

Operazione “Rubbly”, smantellata botnet di oltre 3 milioni di PC

Operazione “Rubbly”, smantellata botnet di oltre 3 milioni di PC

Il 25 febbraio la Polizia ha informato, mediante apposito comunicato stampa, che ha concluso l’operazione “Rubbly”, la quale ha consentito di smantellare un’infrastruttura malware (botnet) che controllava oltre 3 milioni di pc. L’operazione è stata portata a termine grazie alla collaborazione tra la Polizia di Stato, l’European Cyber Crime Center (EC3) di Europol e le unità specializzate nel cyber crime di Germania, Paesi Bassi e Regno Unito.
Il malware utilizzato per la creazione della botnet è noto col nome “Ramnit” e colpisce computer con sistema operativo Microsoft Windows. Tra l’altro “Ramnit” è in grado di disabilitare i sistemi di protezione antivirus. Lo scopo finale degli hackers era quello di rubare password bancarie, email e dati sensibili nei social network, avvalendosi di un server di comando che era situato in zona Milano, il quale a sua volta controllava una serie di terminali “zombie” uniti tra loro in rete. Essi sarebbero stati utilizzati per effettuare attacchi informatici di vario tipo.

Per ulteriori dettagli: http://www.poliziadistato.it/articolo/view/37806/

Tool di Microsoft per la rimozione di Ramnit: http://windows.microsoft.com/en-us/windows/detect-remove-ramnit-virus

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *