X
Menu
X

Progetto Natale 2017

Aleppo

Aleppo – prima e dopo la guerra

Aleppo, la seconda città della Siria che fino a quasi quattro anni fa contava complessivamente circa quattro milioni di abitanti, è stata per 4 anni divisa a metà tra l’esercito regolare siriano e i gruppi armati di miliziani jihadisti provenienti da decine di paesi del mondo che reclamavano la costruzione dello Stato islamico.

La chiesa di San Francesco d’Assisi e il convento dei frati francescani si trova a sessanta metri dai miliziani che lanciavano razzi e bombole di gas. Nonostante questo, la comunità e padre Ibrahim, suo parroco, ha aiutato e ancora oggi aiuta migliaia di famiglie con viveri e medicinali, nella riparazione delle case danneggiate, nel sostenere gli studi di tanti bambini. “Talvolta, pensando a me stesso – racconta padre Ibrahim -, dentro di me rido perché, amante dei libri e di alti studi teologici, mi trovo ad Aleppo a fare il vigile del fuoco, l’infermiere, il badante e, da ultimo, il sacerdote“.

Da un anno ad Aleppo (quasi) non si spara più, ma tutto è da ricostruire. È l’inizio di una nuova alba perché la speranza e la creatività non sono morte.

Blueit ha deciso di sostenere l’alba di Aleppo, finanziando le attività portate avanti da padre Ibrahim che, giorno dopo giorno, accompagna questa città in ginocchio verso una lenta ripresa, senza distinzione di religione.

 

 

Se vuoi sostenere anche tu il progetto, dona tramite bonifico al seguente IBAN:

IT 74E 05018 01600 0000 00242411

Causale: FOR THE POOR

https://www.proterrasancta.org/it/una-casa-per-aleppo/